Menu
Diet Plan For Weight Loss

MotoGP, Joan Mir smentisce le voci: “Notizie fallacious che creano danni” | DietDF

  • Share
MotoGP, Joan Mir smentisce le voci: “Notizie fallacious che creano danni” | DietDF thumbnail

Joan Mir smentisce le voci di mercato che lo vorrebbero in contatto con Honda e Yamaha. Il campione MotoGP pronto a rinnovare con Suzuki, ma per la firma bisognerà attendere.

MotoGP, Joan Mir smentisce le voci: “Notizie fallacious che creano danni” | DietDF

La stagione MotoGP 2022 inizia in Qatar, sia in pista che dietro le quinte, perché sarà la prima occasione per proseguire i dialoghi. Ogni contatto tra manager e costruttori viene smentito in questa fase delicata di campionato, ma i rumors impazzano e prontamente arrivano le smentite. Joan Mir strizza l’occhio a Suzuki anche se al momento non c’è nessuna firma.

Suzuki accoglie le richieste di Joan Mir

Dopo i proclami degli ultimi mesi, in cui il campione maiorchino chiedeva maggiori garanzie tecniche agli ingegneri di Hamamatsu, i test invernali sembrano aver fatto chiarezza. La GSX-RR ha fatto un grande step, sia in termini di velocità massima che in percorrenza di curva. Ma soprattutto Suzuki ha colmato quel vuoto all’interno del field dopo l’addio di Davide Brivio, ingaggiando un tecnico di spessore come Livio Suppo, accolto a gran voce da Joan Mir e Alex Rins.

Dubbi chiariti? Sembra di sì, a giudicare dalle ultime dichiarazioni del campione 2020 allo spagnolo ‘AS’. “Il mio obiettivo è essere di nuovo campione del mondo con la Suzuki. Come ho detto nella preseason volevo vedere come procedeva la nuova moto e cosa succedeva con il group manager. Suzuki ha fatto un grande sforzo per soddisfare le nostre richieste. Pertanto, la mia priorità sarà rinnovare il mio contratto. Il mio rappresentante incontrerà Livio e Sahara per discutere e negoziare i dettagli del rinnovo“.

Il primo round MotoGP a Losail sarà l’occasione per cominciare a lavorare con Livio Suppo, il nuovo group manager ritornato nel paddock a distanza di quattro anni. “Penso che possa aiutare molto la squadra. Avevamo chiesto alla Suzuki un group manager, visto che nel 2021 technology evidente la mancanza di un riferimento come Davide Brivio“.

Le voci di mercato

Negli ultimi giorni si sono intensificate le voci di dialogo con Honda e Yamaha. Su questo tema il tono del maiorchino si fa più misterioso. “Tutte le trattative sono svolte dal mio manager, ma posso assicurarvi che quelle voci sono fallacious. Ho rispetto per questi due marchi, ma la mia priorità è proseguire con Suzuki. Hanno risposto positivamente alle mie richieste, perciò rinnovare con loro sarà la mia priorità“. Ma Joan Mir puntualizza: “Questo non significa che tutto sia concluso, contratteremo nelle prossime gare“.

Yamaha potrebbe rappresentare una grande tentazione se Fabio Quartararo deciderà di non continuare. Idem la Honda, che attende prima di riconfermare Pol Espargarò. Anche se nelle ultime ore si ipotizza un possibile approdo di Pedro Acosta in MotoGP con l’intercessione del marchio Red Bull, davanti alla quale KTM dovrebbe accettare di buon grado. “Non ho fretta di accelerare le trattative per il 2023. Oggi, con i social community, molte persone giocano a fare il giornalista senza esserlo e danno scoop per ottenere medaglie… Queste persone dovrebbero pensare prima di pubblicare notizie fallacious e sul danno che possono fare le loro bugie“.

  • Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.